ProprietĂ  nutrizionali e nutraceutiche della nocciola e suoi derivati

E’ vero che 40g di nocciole al giorno tolgono il medico di torno?

La risposta positiva viene dai risultati ottenuti da studi sugli effetti benefici (nutraceutici) del consumo di nocciole e dei suoi derivati. La composizione chimica delle nocciole è stata ampiamente studiata e in relazione alle loro proprietà benefiche sulla salute il consumo viene spesso raccomandato nella dieta bilanciata. La nocciola è ricca in olii, minerali essenziali, Vitamina E, complesso della Vitamina B, steroli e vari composti fenolici bioattivi, che manifestano effetti benefici sulla salute umana, riducendo lo stress ossidativo e l’infiammazione sistemica, spesso concausa di patologie cronico degenerative, cardio-metaboliche e neurodegenerative.
Si riportano i risultati dello studio sugli effetti salutari condotto per il progetto VALSANUT su volontari dei quali è stato valutato lo stato nutrizionale prima e dopo il consumo di 40 g di nocciole per due mesi, in associazione con un regime alimentare secondo la Dieta Mediterranea di Riferimento Italiana e dopo pasti ad alto contenuto di grassi o a digiuno.

Valutazione dello stato nutrizionale: Anamnesi (familiare, fisiologica, patologica prossima e remota); Anamnesi alimentare (rilevamento delle preferenze ed avversioni alimentari, delle conoscenze in nutrizione); Misurazione della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca; Antropoplicometria (peso, statura, circonferenze, pliche); determinazione dei distretti idrici, e della massa cellulare metabolicamente attiva (Bioimpedenziometria); composizione corporea (Densitometria a doppio raggio X, DXA); assetto lipidico (Colesterolo totale, LDL, HDL e annessi indici di rischio), assetto glucidico (glicemia ed isulinemia basale, indice HOMA-IR); assetto infiammatorio (citochine pro-infiammatorie, VES, PCR, fibrinogeno, omocisteina) (ELISA, real time PCR ecc.); stress ossidativo (capacità antiossidante ORAC e isoprostani); genomica nutrizionale (analisi genetica dei geni dell’infiammazione e stress ossidativo), studio di polimorfismi genetici di geni coinvolti nei processi infiammatori e cronico degenerativi, per la valutazione delle interazione dietaXgenotipo (PCR).

Dowloads

Valutazione dello stato nutrizionale: materiali e metodi